Classi energetiche: qual è il loro impatto sulla bolletta?

cropped view of woman holding led lamp and carton house, energy efficiency at home concept

Le classi di consumo energetico sono studiate per aiutare i consumatori. Grazie alla loro presenza, permettono di fare una scelta oculata quando si necessita di acquistare dispositivi elettronici ed elettrodomestici. Le classi energetiche consentono di suddividere questi prodotti in più e meno efficienti da un punto di vista energetico e dei consumi.

La scala usata per questa suddivisione è costituita da lettere, dalla A+++ (migliore efficienza) alla G (minore efficienza), accompagnate da un’altra scala di sette segmenti colorati. Per quanto riguarda i colori si parte dal verde (migliore efficienza) e si passa poi al giallo fino ad arrivare al rosso (minore efficienza). Le lampadine hanno una scala che va da A++ a E e gli aspirapolvere da A+++ a D.

Le classi e la bolletta della luce

Da quello che abbiamo appena detto si evince che è sempre meglio acquistare prodotti di classe energetica alta. Infatti, più la classe è alta più il prodotto risulterà performante ed efficiente da un punto di vista dei consumi. La scelta ottimale è puntare sempre alla fascia più elevata: anche un solo + in più può elevare il risparmio che si può riscontrare in bolletta.

È fondamentale, però, considerare che gli elettrodomestici grandi, come ad esempio la lavatrice, consumano comunque più di altri. Ecco perché, oltre a valutare con attenzione le classi energetiche durante l’acquisto, bisogna anche impegnarsi per ridurre gli sprechi e per usare al meglio ogni apparecchio.

Classi energetiche elevate? Non solo risparmio in bolletta

Cos’altro dovreste sapere sulle classi di consumo energetico? In primo luogo che favoriscono non solo la riduzione del fabbisogno energetico, ma anche la riduzione delle emissioni di CO2. Questo rende ancora più importante la valutazione delle varie fasce di efficienza. Infine c’è da dire che l’acquisto di grandi elettrodomestici di classe minima A+ (A per i forni), da inserire in un immobile oggetto di ristrutturazione, permette di contare su una detrazione Irpef del 50%. Ottimo, non siete d’accordo?

Per elevare il risparmio in bolletta, oltre a valutare le varie classi energetiche, non dimenticate di scegliere una tariffa adeguata alle vostre abitudini di consumo. Non esitate a valutare le nostre offerte per luce e gas!